2019

La displasia del gomito nel cane

L’irruenza e la brama di correre, saltare e giocare sono attitudini tipiche dei cuccioli. Difficile contenere la loro esuberanza, spesso al limite dell’iperattività. Eppure a volte può capitare di imbattersi in giovani cani molto tranquilli, pigri e addirittura palesemente restii a qualsiasi attività fisica. Ciò che di primo acchito è interpretato come una peculiarità caratteriale potrebbe in verità celare un serio problema di deambulazione. È infatti risaputo che lievi ma costanti dolori cronici a una o più zampe tendono ad annichilire la voglia di muoversi dei cuccioli. Una delle cause più frequenti di dolori/zoppie nei giovani cani in piena crescita è la cosiddetta displasia del gomito.

17/11/2019
Leggi l'articolo in formato pdf

La rottura del legamento crociato nel cane

La zoppia nei cani è un fenomeno alquanto diffuso. Probabilmente tutti i proprietari di cani hanno già potuto osservare che improvvisamente il loro amico a quattro zampe zoppichi. Per fortuna nella maggioranza dei casi si tratta solo di piccole magagne legate più che altro all’esuberanza insita nei cani. Durante le loro folli corse può infatti capitare di vederli inciampare o scivolare. Si tratta per lo più di lievi contusioni che dopo poche ore si risolvono senza strascichi e complicazioni e che non richiedono l’intervento del veterinario. Bisogna però diffidare delle zoppie che insorgono senza un apparente motivo e che persistono per più di 4 o 5 giorni perché possono essere legate a patologie ortopediche serie. Gli arti posteriori sono statisticamente più soggetti a zoppie di varia origine e le ginocchia sono le articolazioni più colpite. Il disturbo ortopedico in assoluto più frequente nel cane è la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio.

17/02/2019
Leggi l'articolo in formato pdf

2017

2016

2015

2012

2011

2010

2009

2008

Le disfunzioni delle vie urinarie inferiori nel gatto

Sicuramente a moltissimi proprietari di gatti sarà già capitato di osservare il proprio amico alle prese con strani comportamenti legati all’espletamento del loro bisognino fisiologico: difficoltà o addirittura impossibilità ad orinare con lunghe permanenze nella lettiera, il tutto frequentemente accompagnato da irrequietezza e inusuali lamenti. A volte i proprietari notano tracce di sangue nell’orina. Può capitare pure che l’unico sintomo sia rappresentato dall’orinare al di fuori della lettiera. Segnale questo che può essere facilmente confuso con un atto di protesta del micio. I sintomi sopra elencati sono caratteristici per molte patologie delle vie urinarie del gatto domestico.

24/08/2008
Leggi l'articolo in formato pdf

2007

2006